Cenni Storici sulle Miniature Classiche

Minatura Romana

 

La parola " miniatura", deriva dal latino minio, piombo rosso, ed è un piccolo dipinto in un antico o medievale" illuminato"manoscritto, la semplice decorazione dei codici miniati primi ad essere stati dipinti con tale pigmento. 

Generalmente di piccole dimensioni ha portato in un secondo tempo ad una confusione etimologica del termine con il presupposto che si parlasse di"piccolo quadro" in particolare ritratti in miniatura,  che ha fatto comunque crescere  la stessa tradizione delle Miniature.
Oltre alla tradizione occidentale e bizantina, c'è un altro gruppo di tradizioni asiatiche, che è generalmente più dedicata alla  natura.

In pratica le miniature sono in origine le decorazioni del libro manoscritto sviluppato anche in fogli singoli  per poter essere tenuti anche  in albums.
 
Gli equivalenti occidentali sono in acquerello e non in Rosso "Minio" e non venivano considerate "Miniature" dipinti eseguiti con altri media, nel tempo poi invece anche altri media furono accettati. 
Dal 1460 i manoscritti dovettero competere con i primi  libri stampati, ma i miniaturisti dell'epoca, uno dei quali ad esempio Simon Bening, continuo' ad essere richiesto per illustrare manoscritti molto costosi e non comparabili ai libri stampati.  I primi ritratti apparvero nel 1520 circa nelle corti Inglesi e Francesi, spesso eseguiti su broches, medaglie e pendenti.
 
La qualita' era gia' a livelli eccelsi con colorazioni realistiche.  I primi dipinti vennero eseguiti da due miniaturisti Olandesi, Jean Clouet, che lavorava in Francia e Lucas Horenbout in Inghilterra.  Una curiosita': Lavinia Teerlinc, figlia di Bening, era l'artista della famiglia reale e sembra che insegno' quest'arte a Nicholas Hilliard quando questi era ancora un orafo. Hilliard fece entrare di fatto nel mondo della cultura Inglese l'arte del ritratto in miniatura artistica.

Miniature gotiche 
Fu il pittore e critico d'arte Giorgio Vasari (1511-1574) ad usare per primo il termine "Gotico" per descrivere quello che egli considerava lo stile barbaro dell'arte occidentale del periodo compreso tra l'antichità romana e il Rinascimento. Le miniature del periodo gotico hanno molto in comune con quelle dei secoli passati, ma si aggiunge una passione per il grottesco che fornisce strane creature, né uomo né bestia, in agguato nei margini. Caratteristici dei manoscritti dell'Alto Gotico della prima metà del XV secolo, era l'uso massiccio di oro e bordi molto decorativi, pieni di fiori, foglie e animali. 


 

****************

Corsi aerografo scuola delle arti

****************

****************

****************

Aerografo.Miniatura dipinta da Lorena Straffi
Miniatura ad aerografo su penna da collezione Montegrappa by Lorena Straffi

****************